Uffici Postali

Le organizzazioni postali impegnate in progetti di dematerializzazione di documenti – sia allo sportello sia in back-office – possono utilizzare con efficacia gli scanner Panini per:

  • Decodificare le linee ottiche (OCR) e i codici a barre 1D e 2D di bollettini postali, MAV, RAV e Freccia, elaborati uno alla volta o in lotti
  • Gestire professionalmente e in totale sicurezza il deposito degli assegni, leggendone la codeline magnetica, acquisendone le immagini fronte e retro, rilevandone gli elementi di sicurezza anti-frode (Datamatrix, microforatura) e stampando la convalida della transazione sul retro del titolo, fisicamente o virtualmente (sul file immagine)
  • Leggere i codici magnetici, ottici e/o i codici a barre dei libretti di risparmio in formato foglio singolo (anche ripiegato)
  • Acquisire l’intera immagine fronte e retro dei documenti per presentazione a video, agevolando l’inserimento o correzione manuale dei dati da parte dell’operatore
  • Includere dinamicamente sul bollettino la stampa su 4 o 5 righe del “bollo postale” contenente le informazioni sulla transazione – anche su diverse porzioni del documento ove richiesto.

Dove la normativa lo consente, l’intero bollettino può essere restituito al cliente come prova della transazione, mentre l'Istituzione postale si servirà per la propria gestione interna delle immagini acquisite durante il processo di sportello.

In aggiunta a ciò il Vision neXt – l’ultimo ritrovato della gamma Panini, progettato sulle specifiche esigenze del cassiere – offre una serie di funzionalità aggiuntive tra cui la stampa di bollettini o di ricevute su fogli pretagliati con diverse testo (fino e 14 righe) e/o grafica, la personalizzazione di assegni circolari, la scansione di documenti di identità in formato rigido (carta plastica).

 

Casi Utente

 

Prodotti indicati